25. marzo 2012 · Commenti disabilitati su Illusione · Categories: Poesia

Le mie parole nascono dalla vita
ma non so cosa dirvi
stupide
stupide carte.
Vorrei parlare
dire qualcosa
versare un sentimento nascosto
davanti alla morte.
Ma non sento più nulla
Ho intorno il vuoto dell’anima
davanti alle cose più vere.
Io credo in ciò che è più falso
e la mia poesia nasce dall’illusione
e la mia vita è un’illusione
di nulla
un sogno non creduto.

25. marzo 2012 · Commenti disabilitati su Uno sguardo nel buio · Categories: Poesia

Poche luci.
Un muro oltre il quale
vedi ben poco.
Una casa
che se fissi lontano
ti sembra un gigante
e le finestre più alte
non le vedrai.
Un angolo di tutto nel mondo.
Qualcosa nella città.

Ho guardato l’umanità
di quelle povere piante dimenticate
che nessuno vede
nel buio
come quelle alte finestre
lontane.

25. marzo 2012 · Commenti disabilitati su 8 Marzo · Categories: Poesia

Oggi non ti porto la mimosa
a celebrare il tuo sorriso
di donna,
non rose rosse di anniversario,
non biglietti d’amore
soavi e scherzosi.
Oggi ti porto me stesso,
uomo stanco e noioso
con voce d’amore nascosta
e profonda che appena
forse la scorgi.

Non dire mai
che i nostri giorni
sono sempre gli stessi.
Il tempo, anche uguale,
non passa inutilmente per noi
e oggi, come sempre,
è un giorno meravigliosamente
diverso da ieri.

25. marzo 2012 · Commenti disabilitati su Insieme · Categories: Poesia

Intorno le spoglie dei ricci
le conchiglie interrate
gli umili doni del mare.
Siamo vicini alle piccole onde
dalla cresta imbiancata
al mare che ci raggiunge
sulla riva sassosa
sospinto dal vento invernale.
Restiamo in silenzio
in un’oasi di pace.

25. marzo 2012 · Commenti disabilitati su Onde di mare · Categories: Poesia

Inutili come le onde di mare
che passano
sulla nostra vita di nulla
come le onde di mare
che corrono sui sentimenti
lasciati.
Inutili come le parole
che non vengono intese.
Come le onde di mare
sul cui cammino
nulla è cambiato.

25. marzo 2012 · Commenti disabilitati su L’ombra della luna · Categories: Poesia

La vidi nel viale
tra voci e sciocchi gridii
a far ombra alla luna.
Ha cantato sommessa
nella sua povera voce
un canto di tristezza
e mi sono sentito
libero e puro,
padrone di tanta dolcezza.

Poi l’ho perduta
e il nostro addio
è stato un mesto sorriso.
Te ne sei andata
silenziosa e discreta
come eri venuta
ma qualcosa di te
è rimasto per sempre.

25. marzo 2012 · Commenti disabilitati su Pioggia · Categories: Poesia

E’ caduta la pioggia
sulla città accecata
per la prossima estate.
Ha bagnato il nero asfalto del viale
ha squarciato di luce
la volta grigia del cielo
che pesa su noi.
Ora sono lontani
i tuoni che ci hanno sorpreso
che hanno svegliato le nostre menti
intorpidite
dal sole.
Ma tornata la quiete
più triste è il rumore del giorno
più freddi e vuoti
i nostri pensieri.
E il sole è scomparso. E’ caduta la pioggia
sulla città accecata
per la prossima estate.
Ha bagnato il nero asfalto del viale
ha squarciato di luce
la volta grigia del cielo
che pesa su noi.
Ora sono lontani
i tuoni che ci hanno sorpreso
che hanno svegliato le nostre menti
intorpidite
dal sole.
Ma tornata la quiete
più triste è il rumore del giorno
più freddi e vuoti
i nostri pensieri.
E il sole è scomparso.

25. marzo 2012 · Commenti disabilitati su La mia vita con te · Categories: Poesia

La mia vita con te
è come un prato rigoglioso
di papaveri in fiore
sul biondo del grano
che risplende e m’illumina
come il mare in un giorno di sole
quando fissi lontano.
E’ il sasso bruciato dal sole
la gardenia sfiorita dal soave profumo
il treno che sbuca nascosto nel fosso
la corsa sfrenata di tutta la gente vicina.
La mia vita con te.

25. marzo 2012 · Commenti disabilitati su A Jan Palach · Categories: Poesia

Vessillo di fuoco
che hai avvolto il suo viso
folla muta che l’hai seguito
chiuso
nella sua ermetica bara
e non hai pianto.
Non pianto
ma l’urlo orribile
chiuso nel cuore.
Non pianto di lacrime inutili
sulla sua bara
coperta di fiori.
Non pianto vigliacco
su chi dona la vita
per noi.

Vessillo di fuoco
che hai avvolto il suo viso
folla muta che l’hai seguito
chiuso
nella sua ermetica bara
e non hai pianto.
Non pianto
ma l’urlo orribile
chiuso nel cuore.
Non pianto di lacrime inutili
sulla sua bara
coperta di fiori.
Non pianto vigliacco
su chi dona la vita
per noi.

25. marzo 2012 · Commenti disabilitati su Sogno · Categories: Poesia

Paese mio
con le vie e le piazze
macchiate d’infamia.
Paese della libertà
ti sono piccole le tue prigioni.
Paese di brava gente,
la grassa corruzione non entra
nei limiti decenti di un abito.
Paese di pensatori
dove il pensiero si contorce,
avido, nell’unto del cappio
che t’uccide.

Italia della mia gente
che nel lavoro cerca l’umano
con tutti gli umani
e nel rispetto la fede
per chi non ha fede.
Italia dolce come sogno
e come realtà nei miei sogni,
Italia di uomini liberi
da sempre pronti a lottare,
anch’io con orgoglio ti sono vicino.
Italia di uomini onesti:
non scure che taglia
ma vento che spazza.